Prestiti per casalinghe: le soluzioni e la procedura

prestito per casalinghe

I prestiti per casalinghe rappresentano un tipo di finanziamento personale che a volte può diventare difficile, visto che generalmente non è possibile vedere la presenza di un garante o di un reddito dimostrabile. I prestiti finalizzati possono essere ottenuti facilmente di solito anche per acquisti di importo non elevato, magari attestandosi al di sotto dei 1000 euro. Per quanto riguarda i prestiti personali, invece, spesso la via da percorrere è molto più complicata. Le casalinghe hanno diverse alternative che possono utilizzare a seconda delle loro esigenze.

Le soluzioni per i prestiti per casalinghe

Se l’accesso ad un finanziamento si rivela determinante per acquistare un bene, chi non ha un reddito dimostrabile, come le casalinghe, può ricorrere a diverse possibilità:

  • vaglia cambiari;
  • cambiali vere e proprie;
  • rateizzazione dell’acquisto con un rimborso attraverso bollettini postali;
  • carte revolving, da usare anche per gli acquisti online.

L’altro metodo che si può sfruttare è quello di rivolgersi alla banca dove risultano delle entrate ricorrenti oppure nella quale si ha un deposito di alcuni risparmi. Questa soluzione di solito viene applicata se non si vuole inserire il nominativo di un garante e non si hanno dei redditi che possano essere dimostrati e concretamente documentabili. Se si vuole percorrere la strada degli istituti di credito, occorre valutare le proposte di questi ultimi e seguire le procedure che ogni banca può offrire.

I requisiti necessari

I prestiti per le casalinghe negli ultimi anni hanno visto un vasto sviluppo e possono essere una soluzione importante, specialmente se si deve far fronte ad un impegno economico consistente e che si riteneva imprevisto. A volte con l’espressione senza busta paga ci si riferisce ai contratti di lavoro atipici, quando colui che richiede il prestito è un lavoratore con una retribuzione, ma che non può essere certificata.

Nel caso della casalinga, la banca può richiedere alcuni documenti:

  • carta di identità;
  • certificazione di un’entrata fissa, come per esempio un lavoro part time;
  • somma di un accredito mensile sul conto corrente;
  • contratto di affitto di una casa;
  • immobile di proprietà, sul quale si può andare ad apporre un’ipoteca;
  • eventualmente anche l’indicazione di un garante.

Presentata tutta la documentazione, bisogna aspettare circa 10 giorni, in modo che l’istituto di credito abbia la possibilità di valutare la posizione del soggetto richiedente. Se l’esito della valutazione sarà positivo, si possono ottenere cifre mediamente basse, intorno ai 3000 euro. Solitamente per questo tipo di finanziamenti si prevede un piano di 24 rate.

Se la banca concede un prestito inferiore ai 2000 euro, la restituzione può avvenire tramite una carta di credito revolving. Questa soluzione però non è molto conveniente, perché spesso vengono applicati dei tassi molto alti.

Il ruolo del garante

Nel caso in cui la banca richieda un garante, il ruolo di quest’ultimo o la sua scelta possono variare in base al fine a cui è destinato il prestito:

  • per esigenze personali il garante deve essere una persona particolarmente vicina al soggetto richiedente, come per esempio il marito, che possa dimostrare una situazione di lavoro stabile;
  • per esigenze familiari la persona del garante dovrà essere costituita da un soggetto terzo.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.