Linea di credito: definizione e caratteristiche

linea di credito

Spesso sentiamo parlare di linea di credito, pur non sapendo esattamente di cosa si tratta o confondendola con altre tipologie di finanziamenti. Cerchiamo di chiarire tale concetto, allora, andando nello specifico delle sue principali caratteristiche e disambiguandone il significato.

Linea di credito: una definizione

In effetti, è facile confondersi tra una linea di credito e un prestito se non se ne chiarisce bene la definizione. Essa viene descritta come una promessa, da parte dell’istituto di credito, di fornire una certa somma al suo cliente. Quest’ultimo potrà utilizzare il denaro poco per volta o in soluzione unica e rimborsare tale cifra in base alle modalità previste dal contratto. Se ci fermiamo a questa definizione, le due forme di accesso al credito sembrano effettivamente uguali. Vi sono però alcuni tratti a differenziare l’una dall’altra.

Le principali caratteristiche di una linea di credito

Quali sono, dunque, gli aspetti più salienti di una linea di credito? Come la si può riconoscere? Ecco le caratteristiche principali:

  • La linea di credito è sempre associata ad un conto corrente o ad una carta di credito. Ciò significa che l’eventuale somma concessa verrà versata direttamente sul conto del cliente o sulla sua carta di credito, che può essere sia di tipo tradizionale che revolving.
  • Nel contratto, vanno definiti ammontare massimo, durata e modalità di rimborso. Anche quando la banca concede l’accesso al credito per un tempo indeterminato, questo dovrà essere chiaramente esplicitato nel contratto.
  • Può essere revocata in qualsiasi momento, sia dal cliente che dalla banca; è tuttavia necessario un congruo preavviso.
  • Questa forma di finanziamento non prevede spese finché non effettivamente sfruttata. La linea di credito, infatti, è una messa a disposizione del denaro: fintantoché il cliente non ha necessità di attingere alla somma, ad esempio perché in rosso col conto corrente, la banca non potrà pretendere alcun pagamento, fuorché quello di gestione del fido, che va comunque effettuato trimestralmente. Nel caso in cui si utilizzi di fatto la somma prestata dalla banca, allora sarà necessario versare la quota di capitale da rimborsare, gli interessi e le eventuali commissioni di massimo scoperto.

La forma più comune di linea di credito è costituita dunque dal fido bancario, che presenta proprio le caratteristiche appena descritte.

Cosa differenzia una linea di credito da un prestito?

Avendo ora delineato un quadro più completo di ciò che comporta l’apertura di una linea di credito, possiamo iniziare a capire meglio in cosa essa si differenzia dal semplice prestito.
Ques’ultimo, infatti, viene necessariamente erogato una volta approvato e, di conseguenza, il rimborso inizia contestualmente al ricevimento della somma pattuita. Inoltre, al contrario del fido bancario, esso non prevede costi di gestione fissi, ma il solo pagamento delle rate come da piano di ammortamento.
Oltre alle spese gestionali e alle eventuali commissioni di massimo scoperto, la linea di credito prevede in genere tassi di interesse più alti, specialmente in questo periodo di particolare abbassamento dei tassi di riferimento.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.