Finanziamenti a fondo perduto: come funzionano e a quali soggetti sono rivolti

finanziamenti a fondo perduto

Tra gli strumenti previsti per aiutare le nuove aziende ci sono i finanziamenti a fondo perduto. Sono stati ideati per aiutare gli imprenditori a mettere in pratica le loro idee, oppure per finanziare tutte quelle aziende che puntano a migliorarsi per far crescere il loro business. Non si tratta di finanziamenti “comuni” perché solitamente sono erogati dietro specifici bandi da enti europei, statali, regionali o locali.

Finanziamenti a fondo perduto: i destinatari dei bandi

Non tutti possono ricorrere a questo genere di finanziamenti. Normalmente, infatti, sono rivolti a tutti coloro che hanno problemi ad accedere alle tradizionali linee di credito per le aziende, anche quelle specifiche per i giovani o per l’imprenditoria femminile. Inoltre, in molti casi si tratta di finanziamenti pensati per supportare la nascita di nuove realtà lavorative nelle aree depresse dei Paesi, dove è doppiamente difficile aprire un’attività.

Finanziamenti a fondo perduto: cosa sono

La parola già ben definisce la natura di questi finanziamenti. Il capitale prestato, infatti, è un contributo in conto capitale che non sarà oggetto a restituzione. Da un certo punto di vista può essere visto come un investimento di un ente pubblico per la crescita di un’azienda e del tessuto economico di un’area del Paese. Non tutta la somma erogata può essere a fondo perduto, una parte, infatti, può dover essere restituita, ma questo dipende dal bando del finanziamento. Accanto all’erogazione del capitale, il bando può includere anche eventuali altre agevolazioni o incentivi all’imprenditoria.

Finanziamento a fondo perduto: come si ottiene

Come detto, per ottenere queste particolari forme di finanziamento agevolato, i soggetti dovranno partecipare a precisi bandi che potranno essere periodici o anche fissi. Molto dipende da chi li organizza e da chi eroga i finanziamenti. Il bando regolamenta i requisiti che dovranno rispettare le aziende o gli imprenditori per ottenere i soldi per le loro attività. Gli incentivi possono essere nazionali e gestiti direttamente dalle regioni o dai comuni attraverso società apposite nate per stimolare il tessuto economico nazionale o locale erogando finanziamenti a fondo perduto o mutui.

Incentivi che possono riguardare, nello specifico, anche l’imprenditoria giovanile, quella femminile e le nuove startup innovative. Ogni bando è a sé ma l’obiettivo finale è sempre lo stesso.

L’imprenditore o le aziende dovranno, in ogni caso, sempre presentare un business plan particolareggiato che illustri nei minimi dettagli il progetto e come saranno spesi i soldi del finanziamento. Per i neo imprenditori, cioè per tutti coloro che si affacciano al mondo dell’impresa per la prima volta e contano di avviare la loro attività con questi finanziamenti, le stesse società che erogano i capitali offrono assistenza e consulenza per redigere i business plan.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.