Credit scoring: come funziona e il suo impatto sui prestiti

credit scoring

Con la crisi economica, sempre più privati ed imprese si sono rivolti alle banche per ottenere prestiti o mutui. Tuttavia, proprio a causa della suddetta crisi, gli istituti bancari sono sempre diventati più restii a concedere finanziamenti, un fenomeno che è stato ribattezzato “credit crunch” ovvero stretta sul credito. Per concedere un finanziamento, le banche hanno iniziato a dare sempre maggiore importanza al credit scoring che è diventato un parametro fondamentale per valutare se ad una persona o ad un’azienda è possibile erogare un prestito o un mutuo.

Credit scoring: come funziona

Come fa ben intuire il nome trattasi di una sorta di punteggio che le banche o le società finanziarie assegnano al cliente che ha chiesto un prestito o un mutuo. Il credit scoring valuta sostanzialmente la solvibilità del cliente, sia esso una persona o un’azienda. Per calcolare questo punteggio, la banca o la finanziaria combina una serie di informazioni del cliente che poi saranno elaborate utilizzando un complesso algoritmo per ottenere un profilo di rischio che possa essere il più preciso possibile. La banca, in soldoni, vuole capire con questo punteggio quanto il richiedente possa essere a rischio insolvenza. In un periodo di crisi economica dove i finanziamenti sono erogati con il contagocce, il credit scoring assume un ruolo sempre più importante.
La banca o la finanziaria, infatti, vuole evitare di erogare finanziamenti che poi possano non essere più restituiti. Con il credit scoring non si valuta solamente l’affidabilità del cliente ma anche l’importo massimo erogabile in caso di finanziamento ed i tassi da applicare. Più sarà alto questo punteggio e più sarà possibile ottenere il prestito o il mutuo dalla propria banca.
Le modalità di assegnazioni dei punteggi variano da banca a banca ma il fine rimane sempre il medesimo.

Credit scoring, l’impatto sui mutui

Quanto detto fa capire molto bene l’importanza del credit scoring per l’erogazione di un mutuo o di un prestito. Un cliente che dovesse ottenere un punteggio basso avrà poche possibilità di ottenere un finanziamento perché sarà giudicato come poco affidabile. Un punteggio alto, invece, renderà la richiesta di un finanziamento più sicura perché l’istituto bancario riterrà il cliente affidabile e solvente.

Ecco perché è importante “avere i conti” in ordine prima di effettuare una richiesta di finanziamento. Le banche, sebbene calcolino in modo diverso il punteggio del credit scoring, analizzano tutte alcuni aspetti fondamentali del richiedente come la sua liquidità ed il merito creditizio per capire se in passato ha avuto problemi a ripianare prestiti o mutui.

Nel caso il richiedente sia anche un correntista di lunga data della banca, l’istituto valuterà anche la sua storia pregressa.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.