Finanziamenti Online: come confrontare i preventivi

confronto preventivi prestiti

Per chiedere un finanziamento online è possibile visitare i siti delle singole banche o finanziarie oppure utilizzare uno dei tanti portali che consentono di confrontare le diverse offerte inserendo l’importo del prestito che si intende richiedere, il numero di rate e la propria posizione lavorativa.
Inseriti questi dati, si potranno visualizzare le migliori offerte e confrontare le condizioni economiche e i vantaggi dei diversi prestiti leggendo le schede prestito.
In queste schede sono contenute tutte le informazioni necessarie per potere effettuare un confronto partendo dalle medesime condizioni (importo richiesto, numero di rate…).
Innanzitutto si può verificare l’ammontare delle rate mensili, del TAN e del TAEG. Questi ultimi sono i due principali indicatori da considerare quando si chiede un prestito e si cerca di valutarne il costo complessivo e, di conseguenza, l’effettiva convenienza. Si tratta dei due tassi di interesse che, in sostanza, determinano il costo reale del prestito, quanto, cioè, chi lo richiede, dovrà rimborsare a chi lo sta erogando, banca o finanziaria che sia.
Il Tan (tasso annuo nominale) è l’interesse sul capitale ricevuto in prestito e può essere un tasso fisso o variabile. In base al piano di ammortamento stabilito con la banca che concederà il prestito o il mutuo, la quota di interesse applicata a ciascuna rata potrebbe anche variare.
Il Tan, però, non è il tasso di interesse effettivo di un prestito o un mutuo e infatti anche se un prestito viene presentato come a “tasso zero”, bisogna sempre calcolare le spese accessorie, che sono invece comprese nel Taeg, che è quindi l’indicatore da tenere d’occhio per comprendere l’ammontare complessivo da restituire visto che comprende anche tutti gli oneri. Proprio per questo, il documento informativo pre-contrattuale deve indicare chiaramente tutte queste informazioni.
Ci sono quindi le spese accessorie: le spese di istruttoria pratica; l’imposta di bollo/sostitutiva (che quando presente viene generalmente addebitata sulla prima rata); eventuali spese mensili o annuali; le spese assicurative (generalmente facoltative); l’indennizzo per rimborso anticipato che il cliente è tenuto a corrispondere sull’importo rimborsato in anticipo ed è pari a 1% se la vita residua del contratto è superiore ad 1 anno; 0,5% se la vita residua è pari o inferiore ad 1 anno.
Sempre nelle schede informative si potrà confrontare come verrà comunicato l’esito della richiesta di finanziamento (generalmente, quando si predilige il canale telematico, il tutto avviene telefonicamente o tramite email); la modalità di erogazione della somma richiesta (tramite bonifico sul conto corrente indicato dal richiedente); la tempistica di erogazione dell’importo finanziato e la modalità di rimborso.
Valutati attentamente tutti questi elementi, sarà quindi possibile effettuare la propria scelta in maniera informata.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.