Portale vendite pubbliche: specifiche tecniche e come funziona

portale vendite pubbliche

Il portale delle vendite pubbliche è uno strumento in più che i cittadini hanno a disposizione per acquistare casa online. La sua entrata in vigore è avvenuta con il decreto legge 83/2015 e con la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Vuole essere uno spazio web in cui possono essere pubblicati gli annunci per la messa in vendita di beni mobili e immobili su tutto il territorio nazionale. L’obiettivo è quello di attuare una forma di aiuto per sbloccare la ripresa economica di molte imprese, adottando una funzione innovativa a livello di mercato.

Specifiche tecniche del nuovo portale

Il portale è composto da un’area pubblica a cui gli utenti possono accedere senza dover utilizzare delle credenziali specifiche o senza sistemi di identificazione. C’è poi anche un’area riservata, alla quale possono accedere soltanto gli utenti abilitati. Questi ultimi possono essere amministratori di sistema, curatori fallimentari e incaricati alla vendita.

Gli utenti accedono al portale e visualizzano gli annunci. Se sono intenzionati ad acquistare, compilano degli appositi moduli telematici. Se vogliono rimanere aggiornati sulle offerte, hanno la possibilità di iscriversi alla newsletter. Inoltre, per saperne di più, possono consultare le norme e leggere le notizie e gli avvisi.

Chi volesse effettuare una ricerca ha a disposizione un sistema molto valido, che consente di trovare ciò che interessa per categoria, ma anche per tipologia. Si possono effettuare delle ricerche anche più dettagliate, per esempio per località, per tribunale, per un prezzo base da cui parte l’asta. A disposizione c’è anche una mappa per individuare la posizione in cui si trovano gli immobili messi in vendita.

Ci sono delle pagine dettagliate, in cui vengono comunicate tutte le informazioni precise sul bene. Una volta che si è deciso per l’acquisto di uno di essi, bisogna cliccare sul link e compilare la propria offerta telematica. Chi è titolare di un credito ha anche l’opportunità di acquistare beni non solo in denaro, ma anche con dei titoli che sono chiamati com.mon. (Competition Money).

Un sistema di pubblicità obbligatorio

L’obiettivo del Governo è quello di incentivare sempre di più l’utilizzo del portale. Si spera che tutto questo possa ovviare alla frammentazione del mercato dell’acquisto degli immobili e aumentare la trasparenza delle aste. Inoltre lo scopo è quello di rendere le procedure molto più veloci rispetto a quelle esistenti attualmente.

Per questo, proprio per incentivare l’uso del portale delle vendite pubbliche, è prevista la pubblicità obbligatoria e, se questa non viene effettuata secondo i termini di legge, la procedura può essere anche estinta. Il delegato per la vendita, il commissario o il creditore saranno obbligati a sostenere la pubblicità con un contributo di 100 euro per ogni atto esecutivo. Soltanto dopo aver dimostrato l’effettuazione del pagamento, viene consentita la pubblicazione sul portale.

 

 


Immagine: airpix via Flickr

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.