Acquisto prima casa: cosa considerare per un mutuo

acquisto prima casa

Molti per l’acquisto della prima casa ricorrono all’accensione di un mutuo. Si tratta di stabilire un contratto con una banca, in modo da ottenere in prestito la somma di denaro necessaria all’acquisto di un immobile. In termini tecnici il mutuatario si accorda con il mutuante per ricevere il denaro e si assume l’obbligo di restituirlo dietro il pagamento degli interessi. Generalmente la banca concede un importo tenendo conto del valore dell’immobile. In genere la somma concessa non supera l’80% del valore dell’abitazione da acquistare, secondo i dati che provengono da una perizia tecnica. Prima di decidere per un mutuo, è importante considerare tutte le condizioni proposte dagli istituti di credito, per non trovarsi in difficoltà nel pagamento delle rate.

Acquisto prima casa: tassi di interesse

Fondamentali sono i tassi di interesse da considerare, quando si richiede un mutuo. In genere si adottano due tipologie di tassi:

  • tasso fisso – che si stabilisce in fase di contratto e rimane sempre uguale per tutta la durata del mutuo. In questo caso lo svantaggio è rappresentato dal non poter sfruttare a proprio vantaggio la riduzione dei tassi di mercato;
  • tasso variabile – il tasso applicato può variare secondo scadenze prestabilite, seguendo i cambiamenti di un parametro di riferimento influenzato dai mercati finanziari.

Oltre a queste due tipologie fondamentali, a volte si può usufruire anche di altri tipi di tassi:

  • tasso doppio – è suddiviso in due parti, una con il tasso fisso e l’altra con il tasso variabile;
  • tasso misto – si può passare dal fisso al variabile in base alle scadenze o alle condizioni riportate nel contratto stabilito.

Mutuo acquisto prima casa: i fattori da considerare

Di solito si possono trovare diverse proposte di banche differenti, che mettono a disposizione molte condizioni per ottenere il prestito. In generale vanno considerati diversi fattori:

  • Spread – si tratta del guadagno vero e proprio della banca;
  • TAEG – è il costo totale del mutuo a livello annuale ed è espresso in percentuale;
  • Piano di ammortamento – è tutto il piano finanziario stabilito per un soggetto che chiede un mutuo e comprende la somma concessa, le somme da pagare per ogni rata, la periodicità delle rate, la data entro la quale tutta la somma deve essere restituita;
  • Spese – la concessione di un mutuo comporta anche il pagamento di alcune spese, che vanno anche oltre il tasso applicato. Si tratta per esempio delle spese di istruttoria, di quelle per la perizia, le spese notarili e l’iscrizione dell’ipoteca nei registri immobiliari;
  • Possibilità di risparmio fiscale;
  • Composizione delle rate – generalmente la rata di un mutuo è composta dalla quota capitale, costituita dall’importo del finanziamento da restituire, e dalla quota interessi, rappresentata dall’interesse maturato.

I nostri partner

Istituti presenti su internet con offerte legate a prestiti e finanziamenti.
(L’elenco è indicativo e non esaustivo, non tutte le finanziarie hanno una relazione con Finanziamenti.it)

Triboo Media s.r.l. (società socio unico) - Viale Sarca 336 - Edificio 16, 20126 Milano (MI) Cap. Soc. 1.250.000,00 euro i.v. - P.IVA, C.F. e CCIAA di Milano IT06933670967 - REA MI-1924178 tel. +39 02 64741433 - fax +39 02 64741494 Società sottoposta alla direzione e coordinamento di Triboo Spa - all rights reserved - Viale Sarca 336, Edificio 16 - 20126 - MILANO (MI) - Capitale Sociale Euro 28.740.210,00 i.v. . P.IVA 02387250307 - codice fiscale e numero iscrizione al registro delle imprese CCIAA MI: 02387250307.
Managed by Leadoo S.r.l.